Le pagine della mia vita

Non è sempre facile vivere. Riscrissi le pagine della mia vita dieci anni fa. Quando decisi di voler bene a me stessa. Stasera proprio perché mi voglio bene ascolto questa canzone di Francesco Sarcina, un cantante che ammiro molto fin quando faceva parte del gruppo delle Vibrazioni.

Eccola, allora, Le pagine…  buon ascolto!

Questa non è mia..ma è per Te.

Fiesta

E i bicchieri eran vuoti

la bottiglia spaccata

Il letto spalancato

e la porta sbarrata

E tutte le stelle di vetro

della felicità e della bellezza

scintillavano nella polvere

della stanza mal ripulita

Ero ubriaco morto

e gioioso falò

e tu ubriaca viva

nuda fra le mie braccia.

Jacques Prévert

Ecco stasera non so cos’è questo sentire dentro, mi sembra di impazzire e vorrei, vorrei solo questo: averti qui, ora, fra le mie braccia.

Tu non lo sai..

Tu non lo sai
che cos’è questo morire dentro
questo sentire
le urla di questo mondo
ti nutri di parole
parole che maneggi con cura
come perle, come una rarità.

Sola
io rimango
senza quelle parole
ad occhi asciutti
ho perso tra i ricordi
la trama
del mio vivo sentire.

Lila