Verso l’infinito

Da oggi per me, ma non solo per me, si è chiusa un’importante esperienza che mi ha vista coinvolta anche emotivamente nello scrivere o meglio nel coltivare l’arte per il gusto dell’arte (questo era il motto del Circolo Infinire).

Il Circolo e il suo blog proprio oggi si sono chiusi.

Ho scritto un piccolo componimento per ricordare. Lo dedico a Criss (Danilo Cristian Runfolo) e a tutti quelli che in questo progetto ci avevano creduto (autori compresi).

Lila

 

Ho abitato uno spazio nell’infinire

granelli di vita raccolti e sabbia

discesa come in una clessidra instabile.

Fragile accolgo il mio sentire

che grida ancora e non si abbatte

e urla forte a perdifiato

fino a ritrovare

i punti cardinali, gli attimi

che mi portano all’infinito.

Lila

Annunci

Ti fa stare bene (Caparezza docet)

Non conosco molto bene Caparezza (è un artista musicale che non rispecchia esattamente i miei gusti musicali) ma devo dire che questa canzone mi affascina: per la sua semplicità, per il suo video, per l’estrema potenza con cui vengono riportati certi concetti. E’ per questo che vi riporto la canzone con il testo.

Non scampate però alla mia domanda alla Marzullo.

A voi cosa fa stare bene? Un sorriso miei cari followers e buon ascolto  🙂

Lila

 

Disegnando

Disegnando nuvole nel mio cielo

velato dai pensieri neri

spazi e squarci di luce le mie poesie

getto inchiostro e traccio linee

percorrendo strade e vite

squarcio ogni attimo rubato

alla noia, al marcio del vuoto sentire

ritorno luce poi cadendo al lato

cercando le ali

per risalire ancora

per risalire, ora.

Lila

La storia infinita chiamata vita

Se stasera dovessi parlare di me e della mia vita vi direi che è stata fino ad adesso una sorta di fiction televisiva a puntate.

Oddio non so ancora come andrà finire (e per fortuna dico io) ma diciamo che i presupposti per una saga o una serie ci sono tutti.

Tra precipizi e discese in basso e risalite c’è dentro tanta voglia di vita.

Vi abbraccio tutti miei cari followers e vi auguro una buona serata  🙂

 

 

Bla bla bla

Così racconto alla luna le mie paure

e i battiti sotterranei di questo cuore pazzo

che come un laccio annoda la vita

che perde che vince combatte si sbatte

e mi prende e sorprende a parlare

alla luna

tutte le mie paure.

Lila