Le pagine della mia vita

Non è sempre facile vivere. Riscrissi le pagine della mia vita dieci anni fa. Quando decisi di voler bene a me stessa. Stasera proprio perché mi voglio bene ascolto questa canzone di Francesco Sarcina, un cantante che ammiro molto fin quando faceva parte del gruppo delle Vibrazioni.

Eccola, allora, Le pagine…  buon ascolto!

Annunci

43 pensieri su “Le pagine della mia vita

      1. be’.. se vuoi un sogno bizzarro te lo presto… ieri sognai ragazzi seduti su enormi fave.. 😉
        sono meno estrosi dei miei e più dolci per te… dolci come la canzone…

      2. se.. va be’.. ci appelliamo alle riserve corporee, che devi vedé pure se ci stanno..
        Torniamo alla poesia tra pagine e la tua canzone, così verso la buona notte 🙂

  1. dimenticavo….sei fortunata ad avere tra i tuoi commenti quello di Laura (che io scherzosamente chiamo Zena), di solito non la vedo molto in giro tra i blog.
    Un caro saluto anche a lei

      1. gelsobianco

        Grazie per il tuo sorriso, Lila.
        Io adoro le persone che riescono a sorridere… anche quando hanno difficoltà.
        Un sorriso può aiutare a trovare più forza in se stessi e può dare una mano a chi è in un momento non facile.

        So bene, cara, che cosa significhi iniziare ad accettarsi e a volersi bene.
        Non è per nulla semplice, ma… è necessario farlo.
        Coraggio bisogna avere nella vita.

        Grazie.
        Un abbraccio forte e un sorriso vero per te
        gb

      2. gelsobianco

        Non sempre ora mi appaiono gli avvisi dei commenti sulla mia mail.
        WP fa le bizze. (Io poi non sono neppure iscritta.)
        Un sorriso affettuoso per te, cara
        gb

  2. raccontatore

    Hai ragione, non è sempre facile vivere. Ma quando si è ottimiste e positive come tu sei, si riesce più agevolmente a risalire e rivedere la luce.
    Buon pomeriggio.

      1. La mia forza è frutto di scelte anche dolorose. Ad un certo punto mi sono trovata davanti ad un bivio e ho dovuto intraprendere un certo cammino-viaggio…

      2. Me lo posso immaginare. Questa è la forza. Uscire dalle sabbie mobili significa salire in alto e lottare contro la melma (mia) che mi tira sempre più giù. Salire comporta anche scelte dolorose, aggredire l’apparenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...