As a Rock DJ – Facciamo un gioco

 

 

Ecco, appunto, come un ROCK DJ. Anche se la musica in questo caso sono le parole.

Stasera vi propongo un gioco. Il gioco del MI PIACEREBBE SE.

Inizio io chiaramente ma sentitevi liberi di partecipare al gioco se vi va. E’ davvero facile.

MI PIACEREBBE SE:

  1. Mi svegliassi una mattina in una baita di una spiaggia polinesiana e vicino vedessi alberi che si estendono all’Infinito;
  2. Tutti quelli a cui voglio bene abbiano le cose migliori dalla Vita;
  3. Vincessi 500.000 euro all’Enalotto (e vabbè poi diteme che so na tipa venale ma anche per fare una capanna qualche euro ci vuole – specie se la capanna si trova in Polinesia – vedi punto 1);
  4. Raggiungessi i colori dell’arcobaleno e annusassi l’aria dopo l’acquazzone;
  5. Sognassi di tornare bambina e di vedermi correre felice nei prati vicini alla mia città;
  6. Passassi soltanto una giornata di vacanza insieme a mia sorella Francesca e a mio fratello Angelo (adesso purtroppo per impegni vari non è possibile):
  7. Riavessi accanto, anche solo per qualche minuto, Mozart (il mio fantastico figlio peloso, un cane che era na macchietta e che era la mia vita). Ho una nostalgia tremenda di lui e vorrei baciare di nuovo il suo tartufo e sentirmi di nuovo sul mio naso la sua carezza (attraverso la sua lingua rasputa);
  8. Ballassi di nuovo il Bolero con Rita, la mia amica del cuore; ❤ – per poi ridere a crepapelle come una volta per tutte le sederate che abbiamo preso;
  9. Riuscissi a cantare a squarciagola una canzone RAP;
  10. Incontrassi un Uomo che rompesse quel muro di Paura, il mio scudo, mi accarezzasse piano, dai capelli alla punta dei piedi, dandomi la gioia di lasciarmi andare.

Che dite? Se pò fa? Vi piace il gioco? Non ci sono limiti di tempo, potete sbizzarrirvi come volete, anche perché, detto tra noi, I SOGNI SON DESIDERI… (chiusi dentro al cuor…).

Un sorriso da Lila e buonanotte.

 

 

 

 

Annunci

Il Sogno

Se tu apparissi in sogno

in un sogno soffice come la neve

allungherei le mie mani candide

per ritrovarti ancora, ora, lieve.

 

Tu, alfabeto di sensi

Io, che vorrei ogni cosa di te

 

ogni piccola minuscola porzione

di anima, corpo, infinito di pelle, vita

di luce, buio, acqua e terra

in ogni lettera che porti il tuo nome.

 

Lila

Quando ci credi

Quando ci credi:

che bisogna avere coraggio per vivere

che ci vogliono gli attributi, che bisogna urlare, si deve sperare

si deve credere sempre nelle cose belle, perché i miracoli possono accadere.

Ho  passato  una giornata  un po’ triste, amareggiata dal lavoro,  dalle dinamiche che a volte si instaurano con le persone e per tirarmi su ascolto due grandi donne che con la loro voce mi fanno sognare.

Buonanotte a chi mi segue. Lila

 

Sei tu

Sei tu, incerto si, da pronunciare sottovoce

quando tutto tace e sembra di ascoltare la notte

con le parole che fanno luce e scia

e la via di casa sembra così vicina.

Sta piovendo ora,  pozzanghere intorno

grigi ricordi e pensieri

di un giorno, di ieri, ormai andato via.

Non fanno più male adesso

adesso che ho messo in soffitta

lo sconforto, la rabbia e la paura.

Fragile vita fragile anche tu

che ancora non sei ma già esisti così

e ti sento, sei suono pronunciato dalla mia bocca

musica da ascoltare nel silenzio

dove tu sei.

Lila