Il cuore dell’oceano

Cavalchi onda blu,

puledra di schizzi,

trascini, porti in basso,

poi a riva risale

quanto deposto

nella mente o nel cuore

tutto perso nelle ore

passate insieme il giorno,

ed il corpo di cristallo

scivola con i pensieri.

 

Libero, così

come il tempo di ieri

creduto cancellato

dall’acqua rimosso

così che il pensiero

torna a te spesso,

anche ora che

la lancetta avanza

e aumenta la distanza

tra noi amanti eterni,

di oggi, di ieri,

si spargono i colori

tele di desideri…

di noi. Respira

il segreto che ci ha uniti

divisi, tra la sabbia

solo ricordi

quando è già, è tardi

e abbassate le ciglia

sembra di ascoltare

dalla conchiglia

il suono

della tua voce.

Lila

 

[SPOT] Che il tuo sogno muoia, Max!

Niente è per caso nella vita e a volte accade che un sogno che si è coltivato per tanto tempo si realizza lasciandoti senza parole.
Tutte le forze e le doti sono come un seme, piantato nel terreno giusto danno vita ad una meraviglia senza fine..un fiore, una pianta, un albero.
Così, dopo tanto tempo è nato il libro di Max, un uomo che non conosco ma che ha sempre risposto amichevolmente ai miei sorrisi e per questo ribloggo volentieri questo post del mio “amico” Erre.
Ragazze/i accorrete numerosi ma fate sapere quanti siete a questo sito qui: http://serbatoiodipensierioccasionali.wordpress.com

Lila oggi sognante

In the name of love

Non ci credo ci siano parole precise per definire un sentimento come l’amore. A volte nasce all’improvviso che nemmeno te l’aspetti,  ti prende a tradimento ed in alcuni casi sempre a tradimento se ne va. E per me ora gira così, scombussolata, innamorata? Non so, aspetto.

Forse dovrò aspettare tanto tempo o forse no, so solo che in questo momento penso a te e immagino di vedere i tuoi occhi, di guardare il profilo del tuo viso e di capire i tuoi gesti, sapere come sarà la linea della tua bocca quando sorridi.

E sei sogno resta così, immobile, dentro me, fatti prendere per mano, ti porterò lontano.

Lila