Se mi fermo

Se mi fermo come accade, a volte, quando esco dal lavoro e mi fermo a pensare. Alzo lo sguardo al cielo gonfio di nuvole (termine non proprio poetico). Oppure sono le nuvole che si allargano sempre più senza confini prendendo spazio all’orizzonte e a me. Cadono e si intrufolano tra gli interstizi del cuore lasciandomi inerme, senza possibilità di scampo.

Così mi arrendo a questa meraviglia e sogno.

Ho divagato un po’ ma quel che voglio dire è ben altro.

Sono giorni impegnativi per me al lavoro e non solo per me. Proprio stamane parlavo con la mia amica/collega Sabrina. Le dicevo che senza la sua presenza, il suo esserci sempre, non so se sarei riuscita ad affrontare questo periodo così difficile. Così stasera, nel guardare le nuvole correre, mi sono fermata a pensare al nostro correre continuo (di noi esseri umani quando ci affanniamo nel fare le cose che poi chiamiamo vita). Ma io, e credo non solo io all’interno dell’ufficio, sappiamo che la vita è altro e altrove.

E’ nel guardare l’altro (anche nel fare altro).   Poiché in questi giorni frenetici di cui accennavo sopra l’altro o gli altri sono i miei amici (mi permetto di definirli così) che fanno parte del mio piccolo grande universo del mio ufficio voglio, con questo mio post, parlare di loro. Non esiste un ordine d’importanza. A tutti indistintamente  va il mio pensiero perché sono consapevole che senza di loro questi giorni sarebbero stati come un cappio al collo per me. Per cui bando alle ciance. Ve li presento! 🙂  (ecco che adesso uno di loro già non avrebbe apprezzato la faccetta che sorride).

Andrea: The boss, il coordinatore dei pagamenti (roba seria ragazzi). E’ un buzzurro…no scherzavo, è un ragazzo gentile, educato e buono (tranne quando sbrocca ma magari più in là mi riserverò di rifare un post a parte sulle dinamiche nei rapporti che purtroppo non riguardano solo lui). Lo sbrocco nel nostro lavoro sta diventando ormai  la regola. Comunque lui è così. Da alcuni giorni sta mettendo in dubbio i miei gusti musicali e non capisco perché. Il fatto che io ascolti molte canzoni della Pausini forse ha generato in lui dei sospetti anche se per me la suddetta è una delle poche cantanti del panorama italiano a possedere i giusti attributi. Comunque, sono quisquiglie. So già di possedere il coltello dalla parte del manico. FORZA JUVE! ah ah (Andrea è uno sfegatato della ROMA).

Sabrina: Lady charme. Sabrina ha uno stile e una classe che poche sono in grado di vantare all’interno dell’Agenzia. Mi piace un casino il suo carattere (anche se molto diverso dal mio). E’ la classica donna (anzi direi Donna) che quando serve tira fuori le palle (chiaramente in senso metaforico). E’ tenace e collaborativa e diciamo che la vede sempre lunga (è riuscita a darmi molte dritte). Ama molto la musica e il fumo (ma magari quest’ultimo vizio è un piccolo particolare…). Quando può, nella nostra breve pausa caffè, si rifugia in cortile a guardare il cielo (pure lei) e ad ascoltare musica (naturalmente sono gli unici modi che abbiamo per scaricare un po’ la tensione). Comunque, lei è unica e mi sto davvero affezionando molto a lei. Da alcuni giorni sta mettendo in dubbio i miei gusti musicali (e non capisco il perché).

Massimo: Il viaggiatore per il mondo. Mi rimane più difficile descriverlo. Principalmente perché, essendo viaggiatore del mondo, è poco presente da noi. Io e Sabrina lo abbiamo soprannominato Mapo ma a volte lo definiamo una meteora ( a volte c’è – freccia in alto che non trovo in questa diavolo di tastiera – e a volte non c’è – freccia in basso). Quando c’è il suo essere è mutevole. Tutto dipende con chi ha a che fare. E’ naturale, ci sono persone nel nostro ufficio che fanno perdere i gangheri e noi dobbiamo munirci di una buona dose di self control per non dare i numeri (che già si danno normalmente poiché noi lavoriamo in contabilità e bilancio). Da alcuni giorni (anzi direi da quando mi conosce) mette in dubbio i miei gusti musicali e non capisco il perché (a questo punto il dubbio viene anche a me).

Mi sembra di aver detto quasi tutto. Il post è un po’ lungo ma ne valeva la pena (almeno per me). Ai miei Super Eroi e a voi che mi seguite faccio ascoltare questa canzone di Ermal Meta. Tanto oramai non ho nulla da perdere e quindi tanto vale che inserisca nel post una canzone che mi piaccia. Buon ascolto!

 

 

Annunci