E’ vietato calpestare i sogni

Questa sera ringrazio di cuore il mio amico di penna virtuale Raffaele e il suo bellissimo blog che potete trovare qui:  https://eccociquiwith3.wordpress.com/

Il titolo di questo post è l’header del suo blog e ho avuto da lui il permesso di poterlo utilizzare per quello che voglio scrivere. Proviamo così.

VIETATO CALPESTARE I SOGNI

Oggi è la giornata mondiale della lotta alla violenza contro le donne. In realtà essendo una persona sensibile, credo che la violenza, verso qualunque essere, è da bandire. Più in particolare: riflettere su quanti sogni di giovani e meno giovani donne sia capitolati per colpa di uomini violenti, di uomini che considerano il possesso come amore, sfalsando il concetto vero di amore che si basa essenzialmente sul rispetto dell’altro e sulla libertà delle idee di ognuno. Pesiamo bene il nostro modo di pensare e di agire, consideriamoci responsabili delle nostre azioni, denunciamo se ce n’è bisogno e non sottovalutiamo qualunque gesto da parte di un uomo che non tiene conto del rispetto per noi donne come persone. E’ più importante un piccolo gesto d’affetto che tenga conto di tutto questo piuttosto di uomini che regalano diamanti e che ci trattano come bambole o oggetti usa e getta.

Questa sera niente canzone, parlano le parole e i sogni…Lila #nonènormalechesianormale

 

 

 

Annunci

Please don’t stop the rain – (James Morrison)

Ho una passione e nemmeno tanto segreta per questo cantante. La sua voce riesce a far vibrare le corde della mia anima e quando canta è come se sentissi un graffio dietro la schiena.

Buona serata e buona notte care/i followers e buon ascolto. Intanto io mi auguro che la pioggia continui a scendere…Lila – Ho una mezza intenzione di creare una rubrica sulle cantanti e i cantanti che preferisco. Bah, vediamo se la mia idea andrà in porto.

#JamesMorrison

 

La febbre del venerdì sera

Ché magari adesso non è proprio il caso e poi in effetti c’ho pure na certa (età) ma mi piacerebbe da matti iniziare a ballare questa canzone lasciandomi andare e senza pensare a niente. Se continuo così stasera mi verrà la febbre. Sono giorni un po’ difficile per  il lavoro e non solo.  La musica è la mia salvezza, in più di una occasione riesce a distogliermi dai brutti pensieri, dai momenti inevitabili di tristezza.

Un sorriso per voi. Lila

 

Appoggiata ad una nuvola

Appoggiata ad una nuvola

un poco dentro per nascondermi

da te, dalla vita, dalle certezze che non sono certe mai

dal chiarore della luna che mi guarda.

Su di una nuvola, soffice come ogni mia emozione

i piedi appoggiati a soffi bianchi di luce e aria

condensa l’anima e la mia mano si fredda

tocca ancora a volte il ghiaccio dei ricordi

e l’acqua scorre, passa e bagna, ciglia occhi

lenti da vista per vedere e mettere a fuoco

adesso, qui, ogni mio attimo

ogni mio passo, passo passo, sopra una nuvola.

Lila

15 novembre 2018

difficile (non Impossibile)

Aggiungervi tutte/i, come se voi foste punti di luce colorati attorno al mio cuore. Siete tante e tanti. Tutte/i coloro che hanno fatto e fanno ancora parte del mio mondo di Blu e Rosso (i miei colori preferiti). Non riesco a dare un ordine di importanza (anche perché non ha senso nelle ragioni del cuore). Ho un pensiero per chi mi è caro quando posso, anche semplicemente con il pensiero. Semplicemente, senza sovrastrutture perché io sono fatta così: quando dico nero è nero, quando dico bianco è  bianco e quando dico celeste è celeste. Celeste,  tanto cara ad una delle più belle Persone (Erospea) che ho conosciuto qui, in questa piattaforma – piccolo mondo pieno di parole e emozioni.

A tutte/i voi regalo una margherita in questa Domenica che qui a Roma sembra regalare il meglio di se. Un sorriso per voi e l’ascolto di questa splendida canzone.

 

Il mio sogno (my Dream) – Love Story

E’ così che stasera ascolto ad occhi chiusi questa canzone e Sogno. Non costa molto sognare, è alla portata di mano di tutti. Comunque, adesso, penso a me.

Ascoltare questa canzone mi ha messo sempre una certa malinconia. Non so perché. In effetti parla di una storia d’Amore e l’Amore porta felicità (bah). Vabbè,  forse sono troppo scettica. Io che ho inneggiato alla bellezza dell’Amore da quando ho aperto il mio blog fino a qualche giorno fa stasera me ne sto buona buona a sognare.

In realtà sono una miccia pronta a scoppiare (può essere che prima o poi accada). Posso sfanculare il Mondo oggi? hashtagsfanculomondo oppure #sfanculomondo. Mi fermo anche perché chi mi conosce davvero sa che sto scherzando. Si tratta di un periodo no. Sono serena dentro ma a volte penso a…penso e basta (magari  è solo questo il problema).

Buonanotte a voi e al Mondo. Un sorriso. Lila

 

Another Love (quando il dolore graffia)

Ho già ascoltato almeno quattro-cinque volte questa canzone stasera.

E’ stata il regalo di un blogger un po’ speciale e fuori le righe. Mi ha incuriosita ascoltarla a ripetizione perché sì, è vero, in alcune cose sono affamata di curiosità, di conoscere cosa si cela al di là del suono, della musica, di quelle note che lentamente si posano nell’anima, calde. Come ho fatto notare nel titolo del mio post, il dolore graffia e a ci dà dentro a volte. In questa canzone anche le parole sembrano far capire cosa vuol dire amare e essere feriti per amore.

Il dolore brucia,  io lo so e quelli che per loro fortuna o sfortuna (dipende dai punti di vista chiaramente eheh) mi hanno conosciuta un po’ più profondamente lo sanno. Come ho detto nel mio post di qualche giorno fa sono una donna estremamente fragile.

Fino a qualche mese fa maledicevo questa mia sensibilità. Ogni volta che vedo una persona piangere o avverto un cambiamento anche semplicemente nel suo viso divento triste e nella mia testolina un po’ matta mi viene di pensare che cosa posso fare per far star meglio quella persona.

Non posso salvare il mondo anche se mi piacerebbe davvero molto. Nel mio piccolo posso cercare solo di essere me stessa, spontanea (questo a volte so che vuol dire anche mettere dei muri, dei paletti). Tornando alla sensibilità…ora penso che sia il mio punto di forza, quel sentire che mi dà la possibilità di conoscere le persone mai in modo superficiale. Ci sei, esisti per me perché in qualche modo hai provocato il mio interesse (non faccio distinzione di sesso in questo caso). Ogni blogger che mi ha conosciuto sa che sono così e che se ferita mi trasformo in una leonessa. Come le leonesse però sono pronta a difendere con gli artigli tutte le persone a cui voglio bene.

Non dico più niente. Immergetevi nella musica e nel testo di questa canzone.

Tu esisti, ci sei, per Me.