Non sai

Non lo sai, no, non lo puoi sapere

quanto ho aspettato il tuo Nome in me

e quel tuo Corpo stanco di amare

quanto le tue Labbra dischiuse e i sensi

e quelle Mani che cercano l’alba

scialba la vita senza il tuo amore

senza la rugiada leggera dei tuoi Occhi

che caldi mi guardano adesso sento

che io non riesco più ad aspettare.

Lila

 

 

Prima o poi

Accadrà qualcosa tra noi

prima o poi

qualcosa di indefinibile

unico, impossibile

Prima o poi accadrà

che un lenzuolo

diventerà soffio di vento

e un corso di acqua scorrerà

tra i nostri lunghi corpi.

Passerà una nuvola di tempo

e sarà attimo tra noi

e sarà ancora vita.

Lila

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dimmi che

Tu dimmi, dimmi che

è solo uno, il nostro fiato

di corpi distesi nel ventre di noi

Tu dimmi e dammi

dammi amore in questa notte

che mi vede nuda di parole

legata alla tua àncora

muta e felice

come in una favola, vola

la radice del mio essere

e credo, credo ancora

che tutto è possibile

solo se tu ci sei.

Lila

Nel mio sentire

Resta ancora adesso

qui, con me

resta appeso così

al calendario dei giorni

rivolgi il tuo sguardo

adesso, su di me, ascolta

le maree del mio sentire

giovani parole, baci

carezze all’aurora del giorno

legami a te e disarmami

amami e toccami

conducimi fuori

fuori da ogni rotta

fuori dal tempo

portami dentro

dentro ogni parte, di te.

Lila

Come foglia d’autunno

Credo che leggere Franz –  https://infinitis8.wordpress.com  mi abbia un po’ condizionato stasera. Fatto sta che mi viene da scrivere questa.

Come foglia d’autunno

tu cadi nel profondo

nel mio essere Donna

leggera e frusciante

colorata e preziosa

fragile come il tuo corpo libero

vera come la mia pelle

che si apre al tuo vivere vero

e cade, si lascia andare

come foglia d’autunno.

Lila