Quel tango ballato tra le labbra – #pijimusic

Buonasera followers. Quando edito solitamente tendo a riportare il video collegato al mio sentire, al mio scrivere, alla fine del post. Stavolta non sarà così, perché voglio che prima ascoltate la voce ed il modo di cantare e di dare emozioni di questa persona qui, che è un cantante già famoso ma che, secondo me, farà ancora molta strada. Ho conosciuto Piji (è un nome d’arte, lui si chiama Pierluigi Siciliani) ad uno spettacolo che è andato in tour in tutta Italia e che si chiama: Non si uccidono così anche i cavalli? – show teatrale tratto da un romanzo degli anni trenta mi sembra e che vide la luce anche come film nel 1969. Non voglio parlare dello spettacolo che ho visto, anche se merita molto, voglio parlare delle emozioni che ho avuto. Lo spettacolo era un’emozione a salire, adrenalina pura e tanto ha influito l’arrangiamento musicale creato proprio da Piji. Ho provato subito una simpatia ma soprattutto una stima immediata per quest’uomo qui, non so perché ma del resto non che sia importante. Credo semplicemente il suo modo di essere, così spontaneo, naturale, senza filtri.

Quando per la prima volta ho ascoltato il riadattamento in chiave swing della canzone degli Abba, Dancing Queen, ho letteralmente pensato: questo è un genio. Mi sono entusiasmata molto e sono stata contenta anche di andare ad ascoltare lui e la sua band qui a Roma, al ristorante – bistrot Na cosetta. Un’atmosfera veramente carina e la buona musica garantita. Quando ha attaccato con il suo primo tango (purtroppo non esiste su Youtube) sono rimasta sgomenta, per il modo in cui canta tutto quello che c’è dietro questa bella danza. Vabbè, manco a dirlo, ho scritto una poesia proprio pensando a quel tango, ballato tra le labbra, perché c’era tutta l’atmosfera del tango proprio per la passione che Piji mette quando canta. I testi sono suoi e quindi ho apprezzato anche questo. La canzone riportata nel video – qui sopra – si intitola Un vestito di canapa (un lentaccio niente male vi assicuro). Se però siete curiosi di approfondire la conoscenza di Piji vi consiglierei l’ascolto di Madama Pioggia (una canzone che merita davvero molto).

Non vi dico di più: Buon Ascolto! Un sorriso da Lila – Qui sotto potete leggere la mia poesia). ⇓

Quel tango ballato tra le labbra
ingordo come un calice di vino rosso
spolpare l’anima fino all’osso
soltanto per un briciolo d’amore
e poi lenta, la senti cadere lenta,
la pioggia che bagna i tuoi vestiti
che arriva a sorpresa e che cambia il domani.
Le tue mani adesso afferrano una chitarra
e ogni canto è un grido: alla vita,
al destino che ha truccato le carte,
è una mancanza fatta carne
una ferita sotto pelle
che sanguina ancora, nonostante la musica
nonostante la notte e questa rugiada
che odora, fresca, come un vestito di canapa.
Ma tu lo sai che esiste, la luce
l’avverti da quel piccolo chiarore.
La tua stella sta brillando questa notte
e allora brindi, brindi al domani
perché sai che ogni giorno ti sembrerà più leggero
come quel calice di vino, bevuto, fino all’ultimo sorso.

Roma, 19 novembre 2019

12 risposte a "Quel tango ballato tra le labbra – #pijimusic"

    1. Mi hai fatto sorridere SA. A me Madama Pioggia invece piace un bel po’. I gusti musicali sono molto personali. (comunque ad acqua ne abbiamo abbastanza anche noi!!!). Un saluto e buona serata. Lila

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...