Nude le mie mani

Ribloggo volentieri questa poesia del fra cugino Franz con una promessa-minaccia: riprenderò questi due versi per scrivere qualcosa di mio.
Grazie di cuore Franz!

FRANZ

Nude le mie mani

cercano il tuo corpo

e, con tremore,

sfiorano parole

che, tattili,

ti giungano…

Scolpisco in figure

le tue curve,

le tue anse ribelli,

evoco, come un bimbo,

tremori consenzienti,

ma non m’appaga, amore,

il ghirigoro verbale

che pure strazia

di piacere

questo mio corpo

carnale.

View original post

Annunci

5 pensieri su “Nude le mie mani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...