A mia nonna

Avevi capelli rossi lunghi come l’aria

stesi sull’erba, accanto alla tua terra

Gli occhi grigi

velati dalla paura della morte,

le guance come tulipani

mani rugose e belle

 Ridevamo

io e te, malizia contadina,

con te sentivo il profumo, farina

le uova, un po’ di sale

poi impastare

e mangiare il frutto, del tuo lavoro

Il pomeriggio a volte

parlavi del tuo mondo

di te e della tua vita

di quell’uomo mai  troppo amato

e di tua figlia uccisa dalla guerra

La terra tiene con se lei e te, ora

riscaldata dal sole

il sole che spesso cercavi

nei pomeriggi di ogni primavera.

Lila (maggio 2002)

 

10 risposte a "A mia nonna"

  1. Toccante, lieve, bella questo ritratto della cara Nonna
    La terra che tutto accoglie, cullerà lei e i suoi Tesori
    Grazie mille, cara Lila
    Con l’augurio di un Santo Natale ti lascio un delicato abbraccio
    Mistral

  2. L’ha ribloggato su lilasmilee ha commentato:

    E’ in questi giorni che avverto il dolore per chi non è ormai più qui con me, la mia dolce nonnina Peppa e per questo ripubblico una mia poesia di qualche tempo fa. Spero vi piaccia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...