A mia nonna

Avevi capelli rossi lunghi come l’aria

stesi sull’erba, accanto alla tua terra

Gli occhi grigi

velati dalla paura della morte,

le guance come tulipani

mani rugose e belle

 Ridevamo

io e te, malizia contadina,

con te sentivo il profumo, farina

le uova, un po’ di sale

poi impastare

e mangiare il frutto, del tuo lavoro

Il pomeriggio a volte

parlavi del tuo mondo

di te e della tua vita

di quell’uomo mai  troppo amato

e di tua figlia uccisa dalla guerra

La terra tiene con se lei e te, ora

riscaldata dal sole

il sole che spesso cercavi

nei pomeriggi di ogni primavera.

Lila (maggio 2002)

 

Annunci

10 pensieri su “A mia nonna

  1. Toccante, lieve, bella questo ritratto della cara Nonna
    La terra che tutto accoglie, cullerà lei e i suoi Tesori
    Grazie mille, cara Lila
    Con l’augurio di un Santo Natale ti lascio un delicato abbraccio
    Mistral

  2. L’ha ribloggato su lilasmilee ha commentato:

    E’ in questi giorni che avverto il dolore per chi non è ormai più qui con me, la mia dolce nonnina Peppa e per questo ripubblico una mia poesia di qualche tempo fa. Spero vi piaccia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...